Draghi in Libia per mandato Biden

il manifesto Alberto Negri 6 apr 2021
Mario Draghi a Tripoli con un mandato «atlantista»

 

Italia – Libia. La Libia è stata trascinata dall’intervento del 2011 in una guerra civile fino allo scontro di potenze. L’Italia, non più protagonista , rischia di diventare pedina della nuova guerra fredda leggi tutto

Da che parte stanno? L’opposizione si misuri con questa domanda

L’Espresso, Marco Damilano 10 giugno 2018

(…) ma questo governo, il premier Conte, i suoi prorompenti vice di M5S e Lega, da che parte stanno?

Può sembrare una domanda ingenua. E il premier Conte ha già dato una risposta nel suo primo intervento parlamentare: destra e sinistra non ci sono più, leggi tutto

Erry De Luca sul barcone dei migranti scende da quello M5S

Micromega intervista a Erri De Luca di Giacomo Russo Spena 17 maggio 2017

Erri De Luca: “Io sto con le Ong e il M5S è diventato invotabile”

Recentemente lo scrittore è stato su una nave di MSF e spiega perché secondo lui i trafficanti non hanno alcun interesse a relazionarsi con le Ong: “Io un buonista? So che chi vorrebbe infilare un immaginario preservativo all’Italia è un autolesionista che non vede a un centimetro dal proprio naso e si rifiuta di documentarsi sulle cifre”. E poi attacca il pm Zuccaro, il decreto Minniti e i 5 Stelle: “Il Movimento aveva raccolto nell’area di astenuti che con questa polemica ha restituito al vento” leggi tutto

Saviano: se smarrisci il valore dell’uguaglianza, resta il governo della plebe e il diritto di vendetta

di ROBERTO SAVIANO la Repubblica, 12 maggio 2017

Migranti e ladri in casa se la politica offre solo il diritto alla vendetta

«Alla paura delle rapine si risponde con una legge spot sulla legittima difesa. Sull’immigrazione si assecondano i peggiori umori della piazza. Caro Minniti, non c’è più un barlume di progressismo nel governo». “Progressismo”? ma il modello è Salvini. leggi tutto

Gli scafisti entrano in politica

di m.v. e a.z   la Repubblica, 28 aprile 2017

“ONG PAGATE DA SCAFISTI”, BUFERA SUL PM

«Sugli sbarchi i sospetti del procuratore di Catania: “Forse l’obiettivo è destabilizzare l’economia del nostro Paese” Interviene il governo. Orlando: parli con gli atti e le indagini. Minniti: basta generalizzazioni e i giudizi affrettati» leggi tutto

Incarico a Gentiloni, via la Giannini

Huffington Post – Alessandro De Angelis

Ci sono due bussole che orientano la trattativa che porterà al nuovo governo di Paolo Gentiloni. La permanenza di Luca Lotti, braccio destro (e sinistro) di Matteo Renzi a palazzo Chigi. E l’ingresso formale al governo delle truppe di Denis Verdini, l’ex plenipotenziario (pluri-imputato) di Berlusconi. Con Enrico Zanetti, destinato ad ottenere un ministero (anche se non di prima fascia). E la richiesta di un secondo ministero, quello che fu della Boschi, o per Marcello Pera, già presidente del Senato di Silvio Berlusconi o per Giuliano Urbani (tra i fondatori di Forza Italia nel ’94). leggi tutto