La telefonata di Macron a Putin 4 giorni prima dell’invasione dell’Ucraina

Giacomo Galeazzi La Stampa  01 Luglio 2022

 

Putin a Macron: “Zelensky vuole l’arma nucleare”.
La tv francese svela la telefonata in cui è stata annunciata l’invasione dell’Ucraina
Rivelati i contenuti dell’ultimo colloquio fra il leader risso e quello francese prima della guerra.
«Un incontro con Joe Biden? Sto per andare a giocare a hockey su ghiaccio»

leggi tutto

Biden chiarisce l’Europa e la Nato di cui ha bisogno, Zelensky chiede 5 miliardi al mese

Alberto Simoni La Stampa 30 Giugno 2022
L’ombrello americano, la visione del presidente Biden per il futuro dell’Europa
Più uomini, aerei, navi, un nuovo centro di comando in Polonia.
Gli Usa guidano la nuova Nato contro la «minaccia russa»
La Russia «è una minaccia diretta alla sicurezza e alla stabilità» mentre la Cina resta ancora al di qua della definizione di avversario ma rappresenta una «sfida agli interessi, alla sicurezza e ai valori» dell’Occidente. L’Alleanza atlantica riunita al summit di Madrid ha varato il nuovo “Strategic Concept” che aggiorna quello del 2010 e aperto la strada all’ingresso di Svezia e Finlandia nel club dopo che il presidente turco Recep Tayyip Erdogan martedì ha tolto il veto.

leggi tutto

G7 e Nato, i leader dimezzati non piegano la Russia nè intimidiscono la Cina

Guido Moltedo il Manifesto 26 giugno 2022
Il vertice G7, la vetrina delle debolezze alla prova della guerra ucraìna
In un mondo normale le due assisi internazionali dovrebbero lavorare alla exit strategy dal conflitto. Arrivano provati i leader occidentali ai due vertici che difficilmente potranno rivelarsi utili per recuperare terreno nei sondaggi interni. Nessuno di loro è «padrone», neppure a casa propria leggi tutto

Il dubbio di Quirico: in occidente comandano le passioni o gli interessi?

Domenico Quirico La Stampa 25 Giugno 2022
Zelensky vince la guerra delle emozioni, ma per l’Occidente è un boomerang
Così il leader ucraino ha trasformato un conflitto locale in un confronto allargato tra Nato e Russia

Dove sta la genialità dell’omaggiatissimo Zelensky? Che cosa ci ha stregato tanto da affidargli una delega in bianco: decida lui quale deve essere la pace che lo accontenta? È forse un condottiero impavido? Un politico implacabile? Un democratico senza macchia e senza paura? Niente affatto. Il suo colpo di genio è nell’aver compreso che nel ventunesimo secolo i popoli, e i loro leader a rimorchio, seguono più le passioni che gli interessi. leggi tutto

Boris Johnson ha perso il treno, ma ha portato armi e istruttori. “Vinceremo”

Sabato Angieri Il manifesto 18 giugno 2022
Nuove promesse da Johnson. Soldi, armi e addestramenti
Visita a sorpresa a Kiev del primo ministro britannico. Intanto a Severodonetsk si continua a combattere, nessun corridoio per i civili nell’Azot

leggi tutto

Dietro la “giornata storica”, tutti sconfitti i leader di un mondo al tramonto

Alberto Negri il manifesto 18 giugno 2022

 

Dalla cortina di ferro alla gabbia d’acciaio
Non c’è dubbio che la giornata di giovedì 16 giugno sia stata «storica», tutti hanno così definito la visita dei tre leader europei che ha spianato la strada alla candidatura dell’Ucraina all’ingresso nell’Unione europea

leggi tutto

In treno a Kiev, gli sconfitti sorridono a favore di camera

Giampiero Gramaglia  il Fatto Quotidiano 17 giugno 2022
Francia Germania Italia, i 3 Re Magi portano solo fumo

 

I tre Re Magi europei portano i loro doni al presidente ucraino Zelensky, ben avvolti nella carta stagnola della solidarietà collettiva verso il Paese vittima dell’aggressione russa:

leggi tutto

La trattativa si può fare: la via di Draghi, cioè di Zelensky, pardon di Minzolini

Augusto Minzolini il Giornale 17 giugno 2022

 

La sola via per la pace

 

I tempi sono quelli dell’Europa. più lunghi di quelli che la storia nel terzo millennio pretenderebbe Ma la promessa fatta dai leader dei tre principali paesi europei, Germania, Francia Italia a Kiev, cioè di un ingresso dell’Ucraina nella Ue con lo status in tempi brevi di nazione candidata è dato da non trascurare. leggi tutto

Galluzzo c’era, Draghi sul treno convince tutti

Marco Galluzzo Corriere della Sera 17 giugno 2022
Così Draghi ha convinto Macron e Scholz sull’Ucraina nella Ue: la cena all’Eliseo, l’incontro in treno
Durante il viaggio notturno il premier ha esortato all’urgenza di una scelta rapida e fortemente politica. Il nodo del grano: «Serve l’Onu per sbloccare i porti, lavoriamo a questo»

leggi tutto

Biden bacchetta i suoi, abbassare i toni, la guerra sarà lunga

Alberto Simoni La Stampa 17 Giugno 2022

 

Ora Biden cambia linea: “Abbassare i toni con Mosca”
Il leader Usa seccato con Austin e Blinken per gli annunci trionfalistici. Washington si prepara a un conflitto lungo: “Negoziati ancora lontani”

leggi tutto