-43 GIORNI : SOLO LA DESTRA PUO’ BATTERE QUESTA DESTRA


RANGERI: Al disastro con una mano legata. Sarà poi una lunga marcia… 
LOMBARDO: Il presidenzialismo di Berlusconi fa inciampare la moderata Meloni 
ORLANDO: C’è Orban alle porte, cortocircuito Pd sulle alleanze 
VITALE: Il Pd primo partito, il contentino alla sconfitta certa
VERDERAMI: Tutti i retro-pensieri del patto di necessità e senza prospettive
PRODI: Un errore attaccare Mattarella. Un autogol per la destra pericolosa

 

CORRIERE ON LINE: C’è l’accordo ma non la foto Renzi Calenda  (IL SIMBOLO)
COLOMBO: La lista Draghi porta in salvo i comandanti senza truppe 
CIRILLO: Cottarelli con il Pd, scrive il programma anche per Calenda 
CUZZOCREA: Via la cipria, Giorgia rifiuta il fascismo, ma non l’Europa di Orban 
BETTINI: Conte ha sbagliato ma sui 5 stelle un attacco volto a rompere l’alleanza con il Pd 
POLLICE: Cucchi e Soumahoro con Sinistra italiana e Verdi, invece qui niente mogli 
CLICCA SULLA FOTO PER LA MAPPA COMPLETA DELL’ISTITUTO CATTANEO

 


 

BERTINI: Troppo antipatici e rissosi, Calenda e Renzi da veri Draghi diventano Carfagna Bonetti 
COLOMBO: L’Istituto Cattaneo annuncia la Caporetto di Pd, M5S e Terzo polo 
LOMBARDO: Sempre istituto Cattaneo: la Caporetto c’è ma è improbabile 
REPUBBLICA: Da odiatore a odiatore, Cappellini bullizza il Di Battista tradito 
LA STAMPA: Youtrend, centrodestra al 48% dei voti 
PREGLIASCO: Letta e Calenda rischiano entrambi la sconfitta. Solo i 5stelle possono salvare il Pd 
GHISLERI: Se anche il voto riguarda ormai solo la sfera emotiva… 

 


CALENDA: La notizia è … parlerò con Renzi 
BONINO: Calenda? E chi l’ha sentito… 
MARTINI: I consigli di Prodi e Gentiloni non sono bastati a Calenda 
REPUBBLICA: Il Calenda-rio per liste simboli e coalizioni 
OLIVO: Casting di candidati per la Meloni, Lega e FI stringono la cinghia 

 


VECCHIO: La notte di Calenda, con Letta, con Renzi, o da solo? 
COLOMBO: Il Letta degno di Aldo Moro con le convergenze parallele 
RANGERI: Un cattivo compromesso, la sconfitta sarà per tutti.
BERTINOTTI:  E’ solo un accordo tra professionisti della politica.
MARZANO: Il regalo d’addio del ministro Bianchi alla scuola 

DI MATTEO: Nel Pd la tentazione di mollare Calenda, il Renzi 2.0
CACCIA: La giornata su Twitter di Calenda contro gli alleati indesiderati 
DE CICCO: Pari dignità e qualche collegio, le condizioni light di sinistra e verdi 
CAPPELLINI: Il Pd minaccia di lasciare tutti a terra, ma neanche questo sarà in grado di fare 
BERTINOTTI: La sinistra non può essere assunta dal centro contro la destra
TRONTI: E’ una destra popolare, ma se stravince stravolgerà la costituzione 

 

 


 
CACCIARI: Stati Uniti in confusione, Europa non pervenuta, Imperi a confronto diretto
CARACCIOLO: Sfida a tre per il primato mondiale, ma non è ancora Terza Guerra Mondiale 
PROSPERO: La crisi dell’occidente, se non accetta il multipolarismo, porta all’anarchia competitiva per il primato 

 


DI MATTEO: Sinistra Italiana non si può sottrarre all’accordo, nonostante i dissensi
VENDOLA: Letta ha sospinto di nuovo i 5 stelle verso il Grillismo 
PANARARI: In una politica piena di egocentrismo, il disprezzo e la paura per il temuto Di Battista 
MATTERA: I Draghiani nel governo Meloni… 
BERSANI: La strada era il campo largo, l’astensione il problema, il reset dopo il voto 

 

 


BERSANI:  Dopo questo voto si va ad un reset della politica (VIDEO)
TWEET: La brutta fine dei troppo bravi
FLORIDIA: C’è del metodo in questa follia?
MALAGUTI: Nell’estate più calda che ricordiamo, chi è il più centrista, atlantista, europeista? Massimo…. 
DE CICCO: A Renzi occorrono un milione di voti, li cerca nelle ZTL di Calenda 

COLOMBO:  Il Pd si consegna al centro. L’accordo vale come un Congresso 
RANGERI: Calenda astro nascente, Letta al tramonto con il Pd primo partito 
CAPPELLINI: Accordo equilibrato, ecco il centro che piace a Repubblica 
FRATOIANNI: L’alleanza era contro questa destra, non sull’agenda Draghi 

 


CAPPELLINI: I veti di Calenda sono solo fumogeni, Azione è appena sopra al quorum del 3% 
CARRATELLI: Il polo della ZTL, dopo la Firenze Roma beato chi li vede 
BONETTI: I Renziani ci sono, aggrappati a Calenda per prendere i voti di Berlusconi 
GIARELLI: Il bullo dei Parioli, un diario di smargiassate 
 LABATE: Fratoianni, io al proporzionale? Va bene, se lo fa anche Calenda 
 LA7: L’inventore dei “GIUNTURISTI” (video)

RODANO: Pagnoncelli e Noto confermano, il centro di Calenda vale 3,6%, Bonino compresa 
LA7:  Solo un mese fa, Calenda liquida il centro e DiMaio (video)
TRAVAGLIO: Giornalisti a la carte, l’informazione è in campagna elettorale 
SPERANZA: Tecnicamente al voto è possibile battere questa destra 
CENTO: Bisogna intervenire per rendere possibile una lista a sinistra 
CRIPPA: Nel Movimento non c’è spazio per posizioni diverse dal capo 
PUCCIARELLI: Il ministro D’Incà, addio ai 5 stelle, ma fai fatica a capire di che partito è

CASTELLINA : Fratoianni, ci si allea a sinistra , siamo ancora in tempo
GIARELLI: Grillo decide sul terzo mandato. Ma il movimento resta in autoanalisi
MICHELE SANTORO : Non  c’è nessuno a sinistra che provi a riempire il vuoto di sinistra 
IMARISIO: Sul terzo mandato,  il Conticidio del padre padrone 
BUZZI: L’8 settembre degli eletti 5 stelle scaduti come il tonno 
PAGNONCELLI: Meloni e Letta polarizzano il dopo Draghi, ma le alleanze saranno decisive 
MELI: Il sopravvalutato Calenda tentato da Gelmini e Carfagna ad andare da solo. Rischia l’isola dei famosi  
RICOLFI: O sole o luna? Macchè, uno psudo Draghi si trova
DE RITA: I rischi del dopo voto: Senato senza maggioranza e astensione alle stelle
 

 


VECCHIO: Giorgia stende i 2 pugili suonati e pensa ai suoi ministri 
CIRIACO: La precauzioni della Meloni, donna politica da prima Repubblica 
MELI: Schlein Pizzarotti Cottarelli Carofiglio Furlan Andreatta i super Like di Letta 
BERTINI: Letta punta tutto sui collegi, ma Renzi e Calenda lo sanno e …. 

 

 


 
VERDERAMI: La tentazione di Calenda di andare da solo e scommettere sul pareggio
MELI: Tutti i dubbi nella direzione Pd alla svolta centrista 
CARRATELLI: Troppi veti per salire sull’Arca di Letta, ma il 14 agosto svaniranno per un collegio 
COLOMBO: Aggirare il Rosatellum e tenersi liberi per il dopo voto. Meloni non vuole, Letta ci punta 
BERTINI: Per rinunciare al M5S, Letta inventa i cento fiori del pentapartito 
BRAVETTI: Ricompare Conte, solo, nel campo giusto. Pochi giorni per decidere su tutto 
POLLICE: Ultimi e inutili tentativi a sinistra per resuscitare il campo largo 
FORMICA: Draghi un governatore, Conte un populista, ora il rischio è il presidenzialismo alla Orban 
DE BENEDETTI: M5S finito, ma anche loro devono stare nel CLN contro la destra Orbaniana 

 


GHISLERI: Il sondaggio da la colpa della crisi a Conte Salvini e Berlusconi. il merito a Meloni 
CIRIACO: Nei seggi uninominali Calenda e Conte a zero. L’Arca regge solo nelle grandi città 
BERTINI: I veti non salvano neanche Letta premier, tutti ultimatum che si scioglieranno al sole 
VIDEO LA7: Calenda in piena ansia di prestazione 
COLOMBO: Restano tutti i veti, ma nella ressa si imbarcheranno tutti sull’Arca di Letta 
DI MATTEO: Calenda raccatta a destra, mette veti a sinistra, fa l’esame a Letta 
CREMONESI: Le Meloni sbatte i pugni, ma la partita è sui collegi. Mai escludere un pareggio 

 

 


LETTA: “L’Italia scelga tra me e Meloni”.  Lo dice Repubblica o  Letta?
CALENDA: Posso arrivare al 20% e prendere il collegio romano del PD 
FRATOIANNI: L’alleanza è possibile, ma c’è chi mette solo veti 
CIRIACO: Berlusconi perde il cellulare e si ritrova presidente del Senato. L’Italia che verrà 
VERDERAMI: Le ultime ore che precedono il Draghificio 
BUZZI: Ecco Di Battista, torna ma aspetta che glielo chiedano… 
SARACENO: Il Pd non deve rincorrere le formule e il centro, c’è bisogno di una agenda sociale 
RODANO: Gli uomini fedeli di super Mario, top e flop a fine corsa 

 


DE LUCA: Il Rosatellum, inventato da Renzi, difficilmente ne uscirà vivo
CASADIO: Centro destra ai dettagli, agenda Draghi neanche un casting. Ma tra 25 giorni liste pronte
COLOMBO: Calenda il centro che non è centro, ma aggrega i centristi vaganti 
CACCIARI: Conte rimane con l’arma del delitto in mano, troppo tardi per Letta battere questa destra 
SANTORO: Terzo polo a sinistra con De Magistris, Santoro, Conte, Verdi e Rifondazione? 
URBINATI: Il Pd dimentichi Draghi e ritrovi la questione sociale 
MELI: Il Pd non ha deciso, da soli o con il centro senza Renzi

 

 

 

 


FRANCESCHINI:  Il campo Draghi con il Pd al centro dei centristi 
DE CAROLIS: Davanti a Conte ora il nodo alleanze, terzo mandato, Di Battista, simbolo, ex ministri … 
REVELLI: Draghi ha anticipato l’autunno, e la torsione Pd ha fatto il resto 
G. SANTORO: Pd e Conte divisi ma dipende, alleati tattici ma non strategici 
VERDERAMI: L’arcipelago di centro unito sul nome di Draghi, ma diviso su tutto 
GUZZANTI: Resta il dubbio: può un uomo così sottile ed esperto sbagliare come un dilettante? 
PROSPERO: La crisi di credibilità rischia di allargarsi anche ai salvatori della patria 
DAMILANO: Anche il banchiere non resiste al richiamo diretto del popolo 
VASSALLO: Tutti colpevoli, nessuno colpevole, politici senza più reputazione

 

 


TWEET: Draghicidio in Senato 
ANNUNZIATA: Il draghicidio c’è, la Annunziata smaschera i killer ma assolve la scorta 
VERDERAMI: Il centro draghiano muore nella culla trascinandosi dietro il governo 
CARUGATI: Tutti gli imprevisti che fanno di Letta il vero sconfitto

 


COLOMBO: Partiti nel pantano, e se il M5S si astiene e al centro destra rimanesse il cerino? 
FOLLI: Conte si decompone, si festeggia per la deriva centrista del Pd 
GRESSI: Stavolta si spera nel penultinatum di Draghi 
CARRA: Se la sinistra non vede cosa rappresenta davvero l’agenda Draghi 
URBINATI: Il limite di Draghi? La sua antipolitica
CORRIERE DELLA SERA: Il lavoro in primo piano: contratti dimezzati per Rocco Casalino 
COSTA: Totti e Ilary: simboli, narcisismo e  paure. Ci vuole uno bravo

 

 


CUZZOCREA: Verso il voto, ma nessuno lo vuole. Meloni esclusa 
CACCIARI: “Mattarella non ci farà votare. Sinistra e 5 stelle non esistono più” 
VERDERAMI: Inizia la “settimana enigmistica”. Voto il 2 ottobre o a febbraio con il governo Franco 
MAGRI: Lo scioglimento delle camere inevitabile, la sintonia Mattarella Draghi 
CARUGATI: Le elezioni sarebbero un rigore a porta vuota, Letta Giorgetti e Di Maio provano con la Var

 

 


DAMILANO: Il Manuale Mattarella, la crisi va consumata 
CUZZOCREA: La “tempesta perfetta” trascina Conte sulla linea Di Battista 
VERDERAMI: Dritti al voto, prima o dopo la finanziaria 
BEI: Chi spegnerà la luce al governo Draghi? 
BOZZA: Lo psicodramma cinque stelle 
ARMINO: Armi all’Ucraina e autonomia differenziata, le vere condizioni inaccettabili ma non ci sono 

 

 

 


CUZZOCREA: Uscita travagliata, alla fine … qualcuno rimarrà con Conte? 
FOLLI: Le offerte di Draghi espongono i 5 stelle alla manovra strumentale 
PROVENZANO: Andare al voto risolve i problemi al centro destra
DE CATALDO Poteri criminali sotto il fuoco della capitale
PANDOLFI: La crisi brucia più l’Europa degli Usa
MAGGIANI: Se si rompe il rapporto tra l’uomo e la terra 

 

NEGRI: Un tour di valori occidentali, Biden in Israele e Arabia Saudita  
VERDERAMI: La crisi si vede ma non c’è. Per ora prevale la fiction 
LOMBARDO: Draghi tra sindacati, 5 stelle, Salvini anticipa con Mattarella la exit strategy 
DANDINI: Leggerezza e profondità, la TV di Angelo Guglielmi 
VITA: La TV verità di Guglielmi, luogo di conflitti 
FUBINI: La turbina tedesca ai russi, gli ucraini chiedono la recessione globale
CACCIARI: E’ un salto d’epoca, non una “emergenza”. Il bivio pieno di domande, chi da le risposte? 

PAGNONCELLI: Il sondaggio da le casalinghe alla Meloni, i dirigenti con il Pd, gli operai con la Lega
CARUGATI: Parte l’Unione popolare di De Magistris 
ANNUNZIATA: Landini, c’è un vuoto, la politica non ascolta il lavoro, la scossa la diamo noi
STEFANONI: Se Marco Rizzo con lo 0,6% perde pezzi… 
PRODI: Senza campo largo rivedere subito il Rosatellum 
SANTORO: L’ennesimo tentativo di una sinistra rossoverde 
FRANCHI: Landini interroga la sinistra sul lavoro
CARRATELLI: Le cene e i dibattiti estivi, il campo largo è una tavolata
CARUGATI: Nuove energie a sinistra? Fratoianni e Bonelli un po’ poco

 

 


GALIMBERTI: Fallita anche la geniale sanzione di Johnson su Wimbledon 
LUNA: Beffa chiama beffa, Elon Musk tira sul prezzo di Twitter
FABOZZI: La beffa per noi, soldati italiani ai mondiali di calcio 

 

LAMPERTI: La Cina fa politica, Usa e Russia la guerra
LAMPERTI: Abe Shinzo, il premier amico degli Stati Uniti 
CARACCIOLO: Ed ora la tentazione è rimuovere la guerra, ma attenti a non caderci dentro
CAZZULLO: Crisi delle democrazie, l’aspirina di Cazzullo che rimpiange Johnson 
EMMOTT: Shinzo Abe nel Pacifico con l’ascesa cinese e il declino Usa 
SIMONI: Al G20 si gioca sulle dichiarazioni, isolare Lavrov, occhio alla Cina 
GAGGI: La prima potenza mondiale, divisa, impaurita, fragile a casa sua 

 


 

TROCINO: Di Battista, Santoro, Raggi, Paragone in attesa dell’uscita di Conte 
LABATE: Nel conflitto Draghi-Conte la scomparsa di Rocco Casalino
GUERZONI: Draghi-Conte duello con coprifuoco su Reddito e Superbonus

 


DI FRANCESCO: Johnson, Il populista globale, amato a Kiev ma non a Londra 
CACCIARI: E’ un salto d’epoca, non una “emergenza”. Il bivio pieno di domande, chi da le risposte? 
GUERRERA: Ben Wallace, il “nerd” perfetto per succedere a un “jock” come Johnson 
EMMOTT: Boris, un bugiardo conclamato, da vincente a perdente in due soli anni 
MASTROLILLI: Biden in scadenza, Trump nei guai, in Usa si pensa al 2024 
GUERRERA: Ora Johnson è Zelensky nel bunker, non si arrende ed usa tutte le armi 
SASSOON:  “Johnson si crede Churchill, ma è solo il mostro tra la fine del vecchio e il nuovo che non c’è “
GAGGI: Dimenticate Biden contro Trump. Ecco Newsom contro DeSantis

NEGRI: Draghi e 5 ministri, alla corte del dittatore 
FAGGIONATO: Erdogan il nuovo king maker del gas europeo
FUBINI: I dubbi di Kissinger sulla tenuta dei prossimi 10 mesi di guerra
IL POST: Cosa significa “studiare dai gesuiti” 
QUIRICO: I dubbi di Quirico, c’è un occidente buono, noi, e un occidente Putin
CARACCIOLO: La pace giusta oggi non è raggiungibile

CARACCIOLO: La potenza imperiale turca va oltre la figura di Erdogan
BERTINOTTI: Draghi, da tecnico economico a tecnico militare 
FORMICA: La guerra ha cambiato tutto, non basta il Draghi tecnico, e questa destra non è una coalizione politica 
MINI: Il sogno europeo non esiste, per gli americani c’è solo la Nato 
LAMPERTI: Xi Jinping, la Nato è una sfida sistemica alla pace e alla stabilità
BRESOLIN: Il prezzo dell’allargamento della Nato: i curdi svenduti a Erdogan, lo dice La Stampa
NEGRI: La Nato si allarga, Erdogan ottiene i curdi nello scambio 
RECALCATI: Il padre padrone maschio ha ucciso il buono dei figli 5 stelle 
 FRANCHI: Landini interroga la sinistra sul lavoro, tesina a piacere per tutti 

DI SANZO: Complotti in corso, quello Travaglio Conte contro Grillo per arrivare al Draghicidio 
TRAVAGLIO: Il golpe Travagliato in atto contro Conte da febbraio 2021 
TWEET: LA POLITICA AL TEMPO DELLA NON POLITICA 
MALAGUTI: Retroscenismo di una dilettantesca congiura di palazzo 
DE CAROLIS: Se Draghi lo dice a Grillo, che lo dice a De Masi, che lo dice al Fatto…. poi arriva a Conte 
BUZZI: Conte sapeva tutto, Draghi tramava su di lui e… lo raccontava a Grillo 

PRODI: L’Ulivo non c’è se non cresce nel sociale e nelle idee
CUZZOCREA: Enrico Letta coglie l’attimo e vede tutto rosa 
CARRATELLI: Vince chi perde meno, la lezione del voto è sempre la stessa 
LABATE: Centristi al telefono, i veti incrociati restano un problema 
VERDERAMI: Sul voto, il vuoto degli schieramenti, l’autunno in Sicilia, e poi il Commissario Draghi 
BEI: Le città, forza e debolezza dei due schieramenti 
DE RITA: Il dilagante rancore sociale e odio politico senza vaccini nè immunologi 
 CALENDA: Di Maio andrebbe spernacchiato per le cose che ha detto (VIDEO)
LABATE: La Madonna della Seggiola spera nell’angelo Calenda 
CARRATELLI: La Madonna, la Campania, i Sindaci: mescolare bene, ecco il Centro 
TWEET: NON CI SONO PIU’ SCUSE PER NON VOTARE 
QUIRICO: Dal corridoio di Danzica al corridoio di Kaliningrad: così nascono le guerre. 
CACCIARI: Caro Letta, il campo largo è finito 
VERDERAMI: Sul pianeta Marte, tutti contro, nessuno all’opposizione 
BEI: La scissione dei due mandati
(con prenotazione al partito del Draghi senza Draghi)
 
CERASA: Il centro che sogna Claudio Cerasa

BRESOLIN: Il prezzo dell’allargamento della Nato: i curdi svenduti a Erdogan, lo dice La Stampa
NEGRI: La Nato si allarga, Erdogan ottiene i curdi nello scambio 
BARBERA – SIMONI: La gaffe di Draghi sul G20. Si potrà dire? 
CIRIACO: Draghi scrupoloso per Svezia e Finlandia 
MOLTEDO: G7 e Nato, i leader dimezzati non piegano la Russia nè intimidiscono la Cina 
CIRIACO: Nel G7 la patate bollente della presenza di Putin al G20 di ottobre 
PRODI: L’Europa è ad una svolta, solo la Francia può assumere l’iniziativa
QUIRICO: Il dubbio di Quirico: in occidente comandano le passioni o gli interessi? 
NEGRI: Il Brics può fare a meno dell’occidente
COLOMBO: SuperMario buon viso al buco nell’acqua del price cap
IORIO: «Price cap» al gas, cos’è? Risposta non facile: contraria l’Olanda, dubbiosa la Germania 
GUERRERA: Benzina e Gas, Biden e Scholtz ora hanno la guerra in casa
FUBINI: Il rinculo delle sanzioni, sul price cap facciamo come dice Biden… 
QUIRICO: Dal corridoio di Danzica al corridoio di Kaliningrad: così nascono le guerre

GAGGI: 6 Gennaio 2021, attacco al potere 4, alla guida c’è Donald 
RANGERI: Le donne contro i crociati della preistoria 
GAGGI: E’ evidente la profonda crisi democratica del sistema americano 
SABBADINI: Capitol Hill atto secondo. Le donne l’obiettivo dei reazionari 
RIOTTA: Il grande ritorno delle lobby evangeliche e dell’altra America 
CELADA: Da Reagan a Trump, i golpisti della Corte Suprema americana 

 


BERTINOTTI: C’è un imprevisto rimosso: la sinistra in Francia
BEN JELLOUN:  Macron l’uomo solo al comando alla sua prima sconfitta
CARUGATI: La sinistra italiana imbarazzata sul giudizio di Mélenchon
ORTONA: I risultati agrodolce della Nupes, alleanza vincente nelle città
MONTEFIORI : Il fenomeno Mélenchon resuscita una sinistra in Francia
CASTIGLIANI: Ed ora Macron è in cerca di una maggioranza 
FABBRI:  il contrasto tra Usa e Zelenky è sull’ apertura del negoziato (VIDEO)
ALLARGA LA MAPPA DEI SEGGI DELL’ASSEMBLEA FRANCESE

 


A. NEGRI: Dietro la “giornata storica”, tutti sconfitti i leader di un mondo al tramonto 
MINZOLINI:  La trattativa si può fare: la via di Draghi, cioè di Zelensky, pardon di Minzolini 
QUIRICO: La Disneyland dei cannoni in Europa, fa dimenticare l’altro mondo che chiede pane 
ANGIERI: Boris Johnson ha perso il treno, ma ha portato armi e istruttori. “Vinceremo”
GRAMAGLIA:  In treno a Kiev, gli sconfitti sorridono a favore di camera 
GALLUZZO: Galluzzo c’era, Draghi sul treno convince tutti 
ANNUNZIATA: Come sull’Orient Express, il treno senza più le elite imperiali del passato 
SIMONI: Biden bacchetta i suoi, abbassare i toni, la guerra sarà lunga
 

GRESSI: I caschi blu del nuovo centro in soccorso a Draghi
TIZIAN: Il Centro di Sala Pizzarotti Migliore Bentivogli. Defilati Renzi e Calenda
MARTINI: Renzi: il nuovo centro è solo questione di tempo 
BERTINI: Il campo largo di Letta sfida la voglia di centro dilagante 
ORSINA: A destra tocca ora alla Meloni, la Lega torna in Padania 
BEI: Ed ora Letta unisca Conte Calenda e Renzi. Il programma lo fa Repubblica
YOUTUBE: Meloni in Spagna: prove di …governo (video) 

DARIO DI VICO: Tra Torino e Maranello, quel che rimane dell’industria dell’auto in Italia  
 PRODI: La complicata transizione all’auto green
CANETTA: La Germania scommette su auto elettrica e batterie 
FRANCHI: Fiom: Solo l’Italia non ha un piano auto sulla transizione 
SANTORO: Auto elettrica, l’imbarazzante ministro Cingolani 
 

PAGNONCELLI: Abuso Referendario: gli stessi errori negli ultimi 25 anni 
VERDERAMI: La paura nella Lega fa 10%, occhio al sorpasso della Meloni
ALESSANDRO D’AMATO: Nuovo flop di Salvini, che farà oggi la Lega?
TWEET:  L’unità degli astensionisti è maggioranza
 PRODI: La complicata transizione all’auto green 

FAVILLI:  Opinionisti del bene, camerieri del potere 
BASCETTA: L’Europa destabilizzata dai tre imperi: Russia, Turchia e Regno Unito 
SIMONI: Se anche agli americani sfugge la strategia ucraina 
QUIRICO: Si cambia, dopo autocrati e macellai, ora Maduro e Bin Salman vanno bene
SCAGLIONE: Medvedev, l’ascesa discreta dell’odiatore numero 2

PRODI: Americani e cinesi tornino a parlarsi
SARZANINI: Copasir e Corriere a caccia dei pericolosi “filoputiniani” d’Italia 
SACHS: La globalizzazione resterà, è pericolosa l’idea dell’occidente contro tutti 
CARACCIOLO: Gli Usa non vogliono vincitori, dobbiamo pensare alla Cina. Tirate voi una linea 
CASTELLINA: Sanzioni burla e conversione climatica annullata dalle scelte militari 
FABBRI: L’Europa di Macron non è americana

DI FRANCESCO: Viaggiatori si scende. Next Stop: Repubblica
TWEET: L’astensione che ci attende…
TITO: Il “piano turco”, prima il grano, poi il “cessate fuoco”  
NEGRI: La pace di Erdogan per armare la guerra di Erdogan 
CARACCIOLO: Embargo del petrolio, un successo per chi? Imprevisto dalla Gruber 

 CELESTINI: La resistenza di Alex Zanotelli alla “guerra giusta” della tribù bianca
CARACCIOLO: La Nato in cento pezzi, Biden prova a frenare… 
LOZITO:  4 miliardi di tonnellate di cibo all’anno: a questo mondo diseguale non bastano 
PETRINI: Quei colossi chimici che ci fecero abbandonare la sovranità alimentare
 TWEET:  Ma no, è solo un brutto sogno 
Ferraresi:  La libertà dagli altri e la dittatura dell’io, l’arma dell’americano 
Sarcina : Se la più grande democrazia del mondo si chiama … NRA 

PRODI: Uniti sulle armi, divisi su tutto il resto 
VERDERAMI: Europei uniti, ma c’è rissa sui rimborsi all’invio di armi 
REVELLI:  Le lingue biforcute delle potenze declinanti del mondo
A. NEGRI: Il gran momento turco, con armi Usa, Russe e italiane 
M. BASCETTA: Vince la geopolitica sull’apparenza della democrazia e dei diritti umani 

A. Negri: Draghi e Biden, sorrisi e parole, la guerra procede 
Sansonetti: L’AmeriKano mandato da Macron e Sholtz
S.Feltri: Draghi, il più europeo degli atlantisti e il più atlantista degli europei
Prodi: Come fu per l’Euro, in Europa si può aggirare la regola dell’unanimità 
U. Vattani: E’ il tempo di un’iniziativa di Francia, Germania e Italia
A. Giuli : Draghi alleato di fiducia e Macron atlantista tattico
 De Benedetti: Questa non è la nostra guerra
 Del Rio: Europa assente e spettatrice, Biden non esasperi i toni
Sarcina: Biden ha capito fin dove può spingersi Zelensky? 
A. Giuli: Draghi alleato di fiducia e Macron atlantista tattico

  Papa Francesco :  “Devo parlare con Putin
Cacciari: La riduzione dell’Europa a Provincia atlantica, in attesa della Grande Crisi
A. Negri: L’escalation è nei fatti, britannici sempre più coinvolti 
Castellina: La silenziosa seduzione delle armi di chi sogna le guerre risorgimentali nell’era atomica
Caracciolo: Per vincere una guerra bisogna sapere per cosa la si combatte

LA GUERRA  CANCELLA L’INFORMAZIONE E LA DEMOCRAZIA. DOVUNQUE

CACCIARI: Se i giornali non cercano più le cause, non capisci niente (VIDEO)
G. Rampoldi: Tutti i perchè, tv e giornali non creano consenso a questa guerra
V. Vita: Caccia ai putiniani, Carta Bianca colpita e affondata
P. Ignazi: Venne il tempo del Ministero della Verità… 
S. Cappellini: Il Letta “segretario per procura”… “Ignominioso…” 
P. Mieli: Lezioni di atlantismo di Paolo Mieli, “menti offuscate, pentitevi” 
V. Vita – Assange: il velo sui crimini bellici dell’Iraq e dell’Afghanistan 
A. Negri – Le parole di Chomsky e Kissinger, per capire
Sondaggio Demos&Pi – Informazione distorta e pilotata, 46% di italiani diffidenti sulla guerra
Sondaggio Rai – Cosa pensano gli italiani sulla guerra, non quello che leggono… 

  
Thomas Mackinson: Non esistono armi difensive, si svuotano i magazzini
Alberto Negri: Tutte le ipocrisie e le censure della guerra che ridisegna interessi e alleanze 
 La7 Coffee Break: Quanto si spende e chi spende  in armamenti (Video)
Dario Fabbri: I tempi del conflitto, tra spinte a fermarlo e ad estenderlo
Chomsky –  Putin va processato ma gravi sono le responsabilità degli Usa e della Nato

 Lucio Caracciolo: L’ Europa del 1945 e del 1989 è finita, scenari di riarmo e di caos a casa nostra
Massimo Gaggi:  Cina e Usa si parlano, cosa farne della Russia? 
Fanpage: il Video della giornalista russa  arrestata e rilasciata

BAMBINI SOLDATO E RESISTENZA
Daniela Ranieri Nessuna resistenza invece per l’oscenità dei bambini soldato… 
Marco Tarquinio Una foto per finta in una guerra vera
Marco Revelli “La resistenza comportava sacrifici, ma non era un atto disperato” 
Sandro Portelli:  C’è resistenza e resistenza
Mario Giro: La spirale dell’odio che la guerra innesca va fermata subito
 

 


Alberto Negri: Problemi per Draghi a Versailles, pressioni invece su Putin e Zelensky
Tommaso Di Francesco: Se il riarmo ci fa sentire più sicuri…
Dario Fabbri: Mosca esplicita le sue condizioni per la pace  (Video la7)
Albero Negri: Tutti gli interessi e le alleanze variabili della Turchia
Guido Moltedo: Le furbizie di Biden inciampano sui Mig alla Polonia
Edgar Morin: Europa nel bivio tra debolezza colpevole e intervento irresponsabile
 Michele Giorgio: Erdogan riabbraccia Israele, con Hamas è durata poco
Castellina: si deve combattere con il cervello e non con i fucili
 Michele Santoro a diMartedi:
Germano Dottori Limes : Zalensky predice la guerra nucleare (Video Omnibus La7)
La metamorfosi dell’attore comico è inquietante (Video Omnibus La7)
Ilan Pappé:  Informazione di guerra e omissioni di parte, Israele mediatore
Dario Fabbri: Usa, quando si ha tutto da guadagnare da una guerra

CHI SONO PUTIN E ZELENSKY

Fanpage: Putin (Video)
Fanpage: Zelensky (Video)
SkyTG24: La foto insieme

 

 


DA NON PERDERE

 
PROPAGANDA  LIVE: Le parole veloci di Barbero
Pandemia, Scuola Lavoro,  La Storia,  Foibe, Donne Spavalde 
PROPAGANDA LIVE: Adriano Panatta,” Una squadra”, la Coppa David del 1976

 


TECNOLOGIE: CHI COMANDA SULLA RETE

IL POST: Crisi produttiva dei microchip, come quella dei vaccini
 IL POST: La crisi del microchip dall’auto ai computer
L’ESPRESSOCambia il vento per i giganti digitali
CORSERA: Record big tech, ma non per molto 
 MANTELLINI: Kit digitalizzazione, disinformazione e divario digitale 
MAPPAMUNDI: Chi controlla la Rete


MEMORIA

Berlinguer : i volti di Ponte Milvio  (Video)
Berlinguer l’addio  nelle cineprese del cinema italiano  (Video)

 


Commenti chiusi